AMMINISTRATIVE 2019: ANALISI COMUNICAZIONE POLITICA DEI CANDIDATI A SINDACO DI CARPI (ALBERTO BELLELLI E FEDERICA BOCCALETTI)

AMMINISTRATIVE 2019: ANALISI COMUNICAZIONE POLITICA DEI CANDIDATI A SINDACO DI CARPI (ALBERTO BELLELLI E FEDERICA BOCCALETTI)

Prosegue la nostra analisi sui candidati politici delle città che ci vedono coinvolte professionalmente. In questo post è il turno di Carpi dove trascorriamo gran parte della nostra settimana tra consulenze, shooting e docenze.

Carpi, in provincia di Modena, così come Ferrara, è finita al ballottaggio dopo il primo turno del 26 maggio. In questo territorio a contendersi il titolo di Sindaco c’era l’uscente Alberto Bellelli del centrosinistra e Federica Boccaletti candidata del centrodestra.

Il candidato del Pd, in data 9 giugno, si è riconfermato sindaco ottenendo il 61,84% di voti contro il 38,16% di Federica Boccaletti.

Come abbiamo precisato nel post sulle amministrative di Ferrara, non è nostra intenzione analizzare le vicissitudini politiche di entrambi i candidati, ma è nostro desiderio porre all’attenzione la parte comunicativa, soprattutto online; anche perché Carpi – piccola comunità da sempre legata alla sinistra – poco prima delle elezioni è stata travolta da un caso chiamato dalla stampa Carpigate che ha provocato molto clamore. Quindi non ci sembra opportuno aggiungere altro.

Come abbiamo detto più volte, curare l’immagine di un candidato è un lavoro molto delicato che deve mettere in equilibrio il sistema politico, i mezzi di comunicazione e il parere dei cittadini. Negli ultimi anni in questa triade è entrato il gioco il marketing elettorale che permette di mantenere e misurare il consenso durante la campagna elettorale soprattutto con gli strumenti di comunicazione online.

Come si saranno comportati Alberto Bellelli e Federica Boccalletti su questo tema? Lo scopriamo subito.

 

ALBERTO BELLELLI 

Si presenta online con un indirizzo e una veste insolita per un politico. Usa la carta del blog collegando ad esso attraverso il menù tutti i canali ufficiali come facebook, twitter e instagram. Ad arricchire questo strumento vengono aggiunte aree come la pagina chi sono, i contatti, come contribuire, io sto con Alberto, progetti e trasparenza. Io sto con Alberto e Vota Bellelli con l’uso del cancelletto per trasformarlo in hashtag diventano gli slogan della campagna online del candidato assieme a #ilfuturocredeinnoi.
Il primo impatto visivo si collega inevitabilmente ad un’impostazione giovane e molto comunicativa rivolta in particolare modo alla generazione Y, cioè i millenials.
Il blog durante la campagna elettorale è stato utilizzato per raccontare i punti salienti del percorso. Come header troviamo una foto del candidato che ha fatto parte dell’immagine coordinata anche sul cartaceo nelle affissioni.
I social con un buon numero di follower ed interazioni sono anch’essi serviti per raccontare le motivazioni che hanno spinto Bellelli a ricandidarsi. Sui social, in particolare su Facebook, Alberto Bellelli ha nutrito la pagina grazie all’uso di foto, video e dirette.
La palette di colori per questo candidato ha virato sul giallo/arancione e una piccola nota di rosso. Il giallo è associato all’ottimismo, alla vitalità, alla creatività e alla libertà. L’arancione all’energia, al calore e alla non violenza, mentre il rosso alla forza e alla passione. Un simbolo di autorità, di forza e di sicurezza.

 

 

FEDERICA BOCCALETTI 

La candidata del centrodestra, unica donna in questa nostra analisi a due città, si è presentata online ai suoi elettori con un sito con dominio che porta il suo nome e cognome.it. Il sito in questione per veste grafica molto semplice ed essenziale ci ricorda una landing page. Nel menù presente ci sono due voci: il programma e la trasparenza che ha come contenuto il c.v. professionale  (dove scopriamo essere una giornalista).
Tra gli elementi predominanti del sito ci sono i simboli dei partiti di coalizione, cioè la Lega di Matteo Salvini e Forza Italia di Silvio Berlusconi. La presenza della mail in alto a destra ci vuole ricordare, come abbiamo detto per il collega candidato a Ferrara Alan Fabbri, che si desidera instaurare un rapporto comunicativo con il cittadino/elettore.
Tra i social utilizzati da Federica Boccaletti in campagna elettorale troviamo solo la pagina facebook ricca di informazioni, foto e video.
Il colore utilizzato dalla Boccaletti è il blu, anch’esso in linea con la sua provenienza politica di centrodestra. Esso comunica calma e tranquillità. É associato all’onestà, alla stabilità e alla serietà.

Concludiamo questa lente d’ingrandimento congratulandoci con il vincitore. Ci auguriamo che il percorso di storytelling social intrapreso da ogni candidato sindaco vada avanti per raccontare la propria attività politica sotto diversi punti di vista. Di sicuro questo si rivelerà un valore aggiunto per chi è stato eletto e per chi non lo è stato.